Bio&Green

Le proprietà benefiche del miele

  • Energizzante
  • Antibatterico
  • Antinfiammatorio
  • Curativo per infiammazioni alla gola
  • Antiossidante
  • Benefico per il fegato
 

Le principali proprietà benefiche del miele sono quelle antibatteriche, antibiotiche ed energizzanti. E’ efficace contro la stipsi e le ulcere gastriche.
E’ anche apprezzato per la circolazione e la depurazione del fegato.
Il miele è ricco di minerali e antiossidanti, che sappiamo contribuiscano a rallentare l’invecchiamento delle cellule.
Naturalmente, come molti sanno, il miele è utile per gli stati influenzali e per calmare la tosse.

Nonostante sia un alimento molto calorico, circa 300 Kcal per 100 grammi di prodotto, il miele non fa ingrassare.

Da che cosa è formato il miele?

Che cosa contiene esattamente il miele?

Il miele è fondamentalmente composto da zuccheri (soprattutto glucosio e fruttosio), e da acqua.
In parti minori è composto da enzimi, acidi organici, sostanze azotate, minerali e residui solidi provenienti dalla raccolta del nettare.
 
  • ZUCCHERI (75-80%) rappresentano più del 95% della sostanza secca e contribuiscono a caratterizzare le proprietà fisiche come la viscosità, l’igroscopicità, lo stato fisico liquido o cristallino, il valore energetico e il potere dolcificante.
  • ACQUA (15-20%) con valore ottimale attorno al 17-18%. L’acqua è un ingrediente molto importante per il miele poiché influisce sulla sua conservazione, di conseguenza sulla sua qualità.
    Se la concentrazione di acqua è troppo alta dà luogo a processi fermentativi, se troppo bassa crea problemi nella lavorazione, specie durante la centrifugazione per la sua estrazione.
  • ALTRE SOSTANZE
    In concentrazioni minori (0,1-1%) si trovano gli acidi organici, responsabili del valore del pH (generalmente acido e compreso tra 3.5 e 5.5) dei mieli.
    Troviamo le sostanze azotate (0,2-0,3%), proteine e aminoacidi liberi di cui il più presente è la prolina. Le proteine contenute nel miele sono composte da tutti gli aminoacidi essenziali, ossia aminoacidi che il nostro organismo non può
    sintetizzare e che quindi devono essere assunti con il cibo.
    In concentrazione più bassa troviamo vitamine come il carotene, alcuni gruppi di vitamine B, vitamina C, D ed E.
    All’interno del miele c’è anche una piccola quantità di minerali, soprattutto potassio, che derivano dalle sostanze del terreno assorbite dalle piante. Sebbene in piccola quantità i minerali influenzano la colorazione del miele: i mieli scuri sono caratterizzati da ricca presenza di minerali, quelli chiari ne contengono pochi.
    Ci sono poi circa 120-150 sostanze volatili (alcoli, acidi grassi, aldeidi, chetoni ecc.) che, seppure in piccolissime quantità e di difficile rintracciamento, influenzano l’aroma del miele, che varia col passare del tempo poiché tali sostanze si degradano o si trasformano.
    Il miele non contiene grassi o lipidi, o quasi. I pochi presenti sono dovuti a qualche traccia di cera derivata dall’estrazione del miele.


CREA UN ACCOUNT


I tuoi dati personali saranno utilizzati per processare il tuo ordine, ottimizzare la tua esperienza sul nostro sito oltre che per altri propositi come descritto nella nostra privacy policy.